Tutto sulla radiofrequenza in medicina estetica

Senza titolo-1__

La radiofrequenza è uno dei trattamenti di medicina estetica più richiesti ed apprezzati.
Una procedura non invasiva che sfrutta l’azione di onde elettromagnetiche per contrastare diversi tipi di inestetismo. In grado di migliorare sensibilmente l’aspetto della pelle e di risolvere inestetismi importanti senza i rischi connessi ad interventi di chirurgia estetica, ad esempio lifting, blefaroplastiche o liposuzione.

La radiofrequenza non è impiegata solo in medicina estetica.

Dispositivi che sfruttano la radiofrequenza vengono utilizzati in chirurgia (radiofrequenza ablativa) da moltissimo tempo.

Inoltre, la radiofrequenza si è rivelata molto utile anche nel trattamento del dolore cronico, come vedremo più avanti.

Come funziona la radiofrequenza?

Un dispositivo a radiofrequenza si basa su un principio molto semplice: il riscaldamento di uno strato profondo della cute, l’ipoderma, che avviene tramite l’irradiazione di un’onda elettromagnetica a bassa frequenza.

Rinnova Plus Frax di ITS utilizza il principio di trasferimento energetico capacitivo nei tessuti biologici. L’energia, trasmessa a determinate frequenze, provoca l’innalzamento della temperatura. Il surriscaldamento, controllato e mai doloroso, determina uno shock termico benefico.

Questo stimola i fibroblasti a produrre nuovo collagene, che andrà a sostituirsi a quello vecchio e danneggiato. Inoltre i fibroblasti producono nuove fibre elastiche e nuovi glicosamminoglicani, componenti di fondamentale importanza per il mantenimento di una pelle tonica, soda e giovane.

Veicolato a maggiore profondità, l’effetto termico determina vasodilatazione favorendo la circolazione sanguigna, riducendo la ritenzione idrica, e incrementando e l’apporto di ossigeno ai tessuti.

Per cosa si utilizza la Radiofrequenza in medicina estetica?

La radiofrequenza in medicina estetica viene utilizzata per correggere ed eliminare inestetismi di vario tipo:

  • Rughe (zampe di gallina, solchi naso-labiali, ecc.)
  • Lassità cutanee
  • Cicatrici e smagliature
  • Cellulite
  • Da sola o in combinazione ad altre tecnologie, la radiofrequenza è utile nel rimodellamento del corpo e dell’ovale del viso.

Da sola o in combinazione ad altre tecnologie, la radiofrequenza è utile nel rimodellamento del corpo e dell’ovale del viso.

La Radiofrequenza in Ginecologia

Studi clinici hanno dimostrato i benefici dell’utilizzo della radiofrequenza nel trattamento del dolore cronico anche in ambito uro-ginecologico.

Sia in età fertile che in prossimità della menopausa, spesso uomini e donne vanno incontro a disturbi intimi come:

  • Atrofia dei genitali
  • Secchezza vaginale
  • Vulvodinia (sindrome di dolore cronico che colpisce la zona vulvare)
  • Dispareunia (dolore durante i rapporti sessuali)
  • Disturbi da Atrofia Menopausale (secchezza, bruciore vaginale)
  • Incontinenza urinaria
  • Problemi Perineali Post Partum
  • Prolasso
  • Dolore cronico pelvico
  • Vaginismo
  • Prostatiti
  • Disfunzione erettile

Fino a qualche anno fa, per alleviare i sintomi di questi disturbi, le cure tradizionali prevedevano, a seconda dei casi, trattamenti farmacologici e/o ormonali da assumere per via sistemica oppure attraverso l’applicazione di pomate. Queste terapie hanno lunghi tempi di trattamento ed altrettanto lunga è l’attesa degli effetti benefici.

Oggi, con l’utilizzo della tecnologia a radiofrequenza è possibile trattare con efficacia tutte queste patologie, stimolando i fibroblasti a produrre nuovo collagene ed elastina. In questo modo si favorisce la ricostituzione del tessuto connettivo.

Con il trattamento di radiofrequenza si genera un campo elettromagnetico che provoca un aumento di temperatura e attiva i processi di rigenerazione. Il trattamento genera una piacevole sensazione di calore, che migliora la trama tissutale.

L’applicazione della radiofrequenza è indicata anche per ripristinare il tono muscolare per il ringiovanimento vaginale, apportando una migliore ossigenazione dei tessuti e un miglioramento della circolazione linfatica.

Come funziona il trattamento di radiofrequenza in medicina estetica?

Il trattamento di radiofrequenza deve essere eseguito da personale specializzato. Si svolge in ambito ambulatoriale e ha una durata di circa 30-40 minuti ad area.

L’anestesia non è prevista poiché è una procedura generalmente indolore. Solitamente si percepisce solo una piacevole sensazione di calore in corrispondenza del manipolo.

Se il paziente dovesse presentare una spiccata sensibilità al fastidio il medico potrà optare per l’applicazione di una pomata anestetica.

Prima di procedere al trattamento viene applicata un’emulsione RF per schermare la pelle e attenuare l’attrito del manipolo.

Subito dopo il trattamento è possibile tornare a svolgere tutte le normali attività e non sono necessari tempi di recupero o periodi di convalescenza.

I risultati sono visibili da subito ed è possibile mantenerli nel tempo attraverso uno stile di vita sano, una corretta idratazione e sedute di richiamo ogni 30/45 giorni.

Effetti collaterali della radiofrequenza

Gli effetti collaterali rispetto a questo genere di trattamento sono generalmente minimi.

Il principale effetto collaterale che può manifestarsi è un arrossamento dell’area trattata che scompare nel giro di qualche ora.

Controindicazioni particolari
È sconsigliato il trattamento con radiofrequenza in caso di:

  • Portatori di pacemaker e/o dispositivi elettronici impiantati
  • Pazienti con impianti metallici o protesi vicine all’area da trattare
  • Gravidanza o allattamento
  • Minori, a meno di prescrizione medica
  • Soggetti con disturbi cardiaci e/o con disturbi del sistema circolatorio inclusi ipotensione,
  • ipertensione, varici, tromboflebiti, fragilità capillare o teleangectasie
  • Soggetti con le seguenti malattie o alterazioni delle condizioni fisiologiche in corso:
  • neoplasie e stati oncologici
  • emorragie
  • tessuti ischemici
  • diatesi tromboembolica
  • infezioni locali o sistemiche
  • stati febbrili
  • patologie dermatologiche attive
  • alterazioni della coagulazione

È sempre consigliabile una valutazione medica prima di procedere a qualsiasi genere di trattamento, in particolar modo nel caso in cui il soggetto da trattare presenti:

  • Ferite aperte o infezioni
  • Traumi o cicatrici recenti
  • Alterazioni della sensibilità della pelle
  • Spirale intrauterina (I.U.D.)
  • Presenza di tatuaggi nell’area irradiata
  • Pazienti con termoregolazione indebolita

Rinnova Plus Frax

Rinnova Plus Frax è la tecnologia a radiofrequenza medica più performante sul mercato.

Permette di unire in un unico dispositivo diverse modalità di trattamento:

  • monopolare per trattare il derma profondo con 2 differenti frequenze
  • bipolare per un effetto lifting immediato
  • razionata per sollevare zigomi, rimpolpare le rughe e ridisegnare l’ovale del viso

La perfetta sinergia tra hardware e software sapientemente programmato genera un’impedenza in uscita del tutto simile a quella della pelle, assicurando il massimo trasferimento solo nella zona da trattare e nella massima sicurezza.

Monopolare, bipolare, frazionata: con le loro diverse dimensioni, gli elettrodi di Rinnova Plus Frax sono gli strumenti che servono per una precisione millimetrica.

Qualsiasi zona di viso e corpo verrà trattata al meglio grazie a questo dispositivo pensato e progettato per rendere i trattamenti veloci, efficaci e con risultati duraturi nel tempo.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »